Giornata europea della cultura ebraica a Manduria e nel resto della Puglia.

In occasione della giornata europea della cultura ebraica, Manduria organizza per giovedì 4 ottobre una serie di iniziative volte a far conoscere aspetti della storia e della cultura degli Ebrei che vissero in Puglia.
 
Si parte alle ore 16.00 con una visita guidata del centro storico della città, con particolare riferimento al quartiere ebraico, gentilmente offerta dalla ProLoco di Manduria, per la quale è necessaria una prenotazione, chiamando il numero 327.9440824 (chiedere di Lucia Dimilito).
 
Alle ore 17.30 , presso l’Auditorium del Liceo Classico De Sanctis, si terranno tre eventi di natura culturale, gastronomica e musicale. Si inizierà con unaconferenza tenuta dagli studenti della 3A Linguistico, sotto la direzione del Prof. Vito Andrea Mariggiò, sul tema Storie di Ebrei in Puglia: la cronaca di Ahima’az ben Paltiel, a cui seguirà un intervento della dott.ssa Annamaria La Neve, del Comitato Qualità per la Vita di Taranto, incentrato su Le epigrafebraiche: tracce di una presenza.
 
Nella seconda fase verranno proiettate delle immagini della Manduria ebraica a cura degli studenti del Liceo Artistico Calò e vi sarà la degustazione di vino kosher, offerto dall’azienda vinicola Leuci di Guagnano. Il titolare, Francesco Leuci, illustrerà le modalità di produzione del vino kosher, che per ottenere tale certificazione deve essere prodotto nel rispetto di precise regole di coltivazione e vinificazione.
 
A conclusione della giornata, vi sarà un concerto di musica ebraica del gruppo Shanah Tovah, guidato dalla cantante Nadia Martina, che eseguirà canti tradizionali ebraici dal Medioevo fino alla metà del Novecento.
 
L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Città Più, in collaborazione con numerosi partner che operano a vario titolo per la promozione del territorio di Manduria e della Puglia. E’ d’obbligo citare, l’Associazione Italia-Israele
Alexander Wiesel di Bari, il Museo Ebraico di Palazzo Taurino di Lecce, l’Associazione Comitato Qualità per la vita di Taranto che hanno presentato presso l’UCEI (Unione delle Comunità Italiane) un vasto ed interessante programma di iniziative culturali, ottenendone il patrocinio.
 
In ambito cittadinohanno aderito all’iniziativa il Comune di Manduria, la BCC Credito Cooperativo di Avetrana, il Liceo ‘De Sanctis Galilei’, il Liceo Artistico Calò di Manduria, il Lions Club, l’Associazione Popularia Onlus, la ProLoco.
 
Altrettanto ricco il programma di Taranto e Lecce, previsto per il 14 ottobre,  Bari che chiuderà il 30 ottobre.
 
A Taranto, l’Associazione Italia-Israele, guidata dalla sig.ra Eugenia Graubardt,e la direttrice del Museo Marta, la  dott.ssa Eva Degl’Innocenti, hanno organizzato alle ore 17 presso il Museo Archeologico Marta una conferenza sul
tema Storie nascoste di un epitaffio ebraico. Pagine mediterranee da una terra – mondo, di cui relazionerà la dott.ssa Maria Pia Scaltrito, e una visita alle epigrafi ebraiche custodite del museo.
 
A Lecce, il Museo Ebraico di Lecce in collaborazione con l’Università del Salento, prevede un ampio palinsesto: alle ore 10, 30 è prevista una visita guidata del quartiere ebraico e del museo; alle 12.00 si terrà un concerto musicale del gruppo Ensemble ‘Laus Nova’; alle 19.00 verrà presentato il libro “Guida al Salento ebraico” di Fabrizio Ghio e Fabrizio Lelli (Lecce, Capone editore); alle 20,15 la giornata si concluderà con uno spettacolo teatrale “Le memorie di Sara”, diretto e interpretato da Giustina De Iaco.
Per prenotazioni ed informazioni sugli eventi di Lecce, si prega di telefonare al numero 0832 247016.
 
A Bari, l’Associazione Italia-Israele, guidata dal Prof. Guido Regina, terrà un incontro sul tema “I fgli raccontano”,
presso l’Università Aldo Moro, alle ore 17.00, con testimonianze dirette di figli di profughi ebrei scampati all’eccidio
nazista, che accolti in Puglia si trasferirono nel nascituro Stato di Israele.
 
Alla giornata della cultura ebraica di quest’anno hanno aderito 28 paesi europei, tra cui l’Italia, che vede schierate ben 87 città italiane. Tra di esse Bari, Lecce, Taranto e Manduria, impegnate a tracciare una rete di relazioni culturali
di grande rilevanza, foriere di positive ricadute sulla crescita turistica ed economica del territorio pugliese.

Be the first to comment

Leave a Reply